Vendicari

Riserva di Vendicari

Situata tra Noto e Marzamemi, la Riserva naturale di Vendicari è un luogo di interesse storico e naturalistico.

Fu abitata fin dall’epoca greca, come testimoniano le vasche-deposito di un antico stabilimento per la lavorazione del pesce e le diverse catacombe e abitazioni di epoca bizantina.

La zona della Riserva di Vendicari fu un luogo strategicamente importante per la difesa della costa, nonché un luogo di interesse economico-commerciale. A testimonianza di ciò si menzionano la Torre Sveva, edificata in epoca Aragonese per custodire e difendere i magazzini dove venivano stoccate le derrate alimentari destinate al commercio, e la Tonnara risalente al XVI secolo.

La riserva si estende per circa 1500 ettari ed è importante per la presenza di pantani che fungono da luogo di sosta nelle migrazione di diverse specie di uccelli, come ad esempio i trampolieri, gli aironi cinerini, le cicogne, i fenicotteri, il germano reale, i gabbiani, i cormorani e il cavaliere d’Italia.

Costa rocciosa, costa sabbiosa, macchia mediterranea, pantani, saline e aree coltivate, rendono la riserva di Vendicari una zona costiera molto varia e rappresentativa degli elementi naturali che si possono trovare sulle coste del sud-est Sicilia.